Chi siamo

From REWIND

(Redirected from REWINDItalia)
Jump to: navigation, search

INTRODUZIONE

REWINDItalia segue un precedente omonimo Progetto dal titolo REWIND svoltosi dal 2004 al 2010 presso l’Università di Dundee in Scozia, e volto allo studio e all’archiviazione della videoarte britannica. I fondi (209,000 sterline) erogati per RewindItalia dall’ Arts & Humanities Research Council (AHRC) permetteranno di esplorare nel corso di 28 mesi le storie e le narrative riguardanti le attività di video arte in Italia tra il 1968 e il 1994. Si delinea così in modo chiaro la differenza negli obiettivi e nelle metodologie tra i due progetti: mentre Rewind Uk si poneva come obiettivi un’archiviazione e una catalogazione sistematica di artisti e opere, RewindItalia si prefigge come obiettivo una ricognizione preliminare ad auspicabili ulteriori indagini sullo stesso argomento. RewindItalia muove dalla consapevolezza dell’importanza della sperimentazione del video in Italia nel periodo in oggetto e dalla necessità di riportare sotto i riflettori internazionali tali eccellenze.

Il gruppo di ricerca è guidato da Stephen Partridge (Ordinario di Media Art e Preside deputato alle Attività di ricerca del Duncan of Jordanstone College of Art and Design presso l’ Università di Dundee). Il Research Fellow è Laura Leuzzi che ha completato il suo dottorato di ricerca in Storia dell’arte contemporanea presso la Sapienza Università di Roma e svolge il suo lavoro a Roma. Gli altri due colleghi che collaborano al progetto a titolo onorario sono Sean Cubitt (Professor Media e comunicazione, Goldsmiths, University of London e Editore Capo dei Leonardo Book Series; Deirdre MacKenna (Direttore di STILLS a Edimburgo); e Cinzia Cremona (Corso Capo MA Arte Contemporanea e la pratica professionale, Colchester School of Art) L’archivista è Adam Lockhart presso il Visual Research Centre, Duncan of Jordanstone College of Art and Design a Dundee. Le attività del Progetto hanno avuto inizio nel maggio 2011 con una serie di interviste e di contatti con artisti, autori, studiosi, galleristi e critici in varie parti d’Italia e continueranno fino alla metà del 2014.


PER AGGIORNAMENTI SUL PROGETTO CLICCA SU EVENTI SOPRA


Attività piu’ recenti (dicembre 2011)

Il Gruppo di ricerca è stato invitato il 30 novembre 2011 a presentare REWINDItalia nell’ambito del XVII Convegno Internazionale di Studi Cinematografici “Cinema & Diversità Culturale” (Roma, Teatro Palladium) , curato dai Proff. Giorgio De Vincenti e Marco Maria Gazzano, (Università degli Studi Roma Tre, Dipartimento Comunicazione e Spettacolo).

A conclusione della presentazione, ha avuto luogo una fruttuosa discussione con i Colleghi italiani presenti all’evento, a seguito della quale si è deciso che RewindItalia si concentrerà essenzialmente sull’esame di casi di studio “esemplari” nell’intento di fornire un quadro generale delle attività di videoarte in Italia nel periodo in oggetto basandosi per l’appunto sull’esame di alcuni casi specifici di artisti, centri di produzione, mostre, festival e rassegne.

Obiettivo fondamentale è quello di rendere noti ad un vasto pubblico internazionale le attività e gli importanti traguardi raggiunti in Italia durante il periodo in esame e di renderli disponibili finalmente in lingua inglese. Si conviene, tuttavia, che nonostante la brevità del periodo di ricerca si potrà contribuire alla conoscenza del periodo storico in oggetto e a rinnovare l’interesse e l’attenzione internazionale per la videoarte italiana, i suoi artisti e i suoi studiosi Non è, quindi, tra gli obiettivi del progetto di ricerca una descrizione esaustiva dello scenario italiano.


Comunicato Stampa rilasciato all’inizio delle attività:

Stephen Partridge, ordinario di Media Art e Preside deputato alle attività di ricerca del Duncan of Jordanstone College of Art and Design (Università di Dundee, Scozia), responsabile principale del progetto ha dichiarato:

"non sarebbe stato possibile concepire questo progetto di ricerca senza l’apporto fornito dai colleghi italiani nel corso degli ultimi due anni, grazie a loro ho compreso come le attività pionieristiche nel campo della videoarte svoltesi in Italia nel periodo in questione siano state di vitale importanza. Alcuni di questi pionieri, persone eccezionali ed incredibilmente lungimiranti sono i veri artefici dei primi successi della videoarte e noi siamo orgogliosi della loro collaborazione nel concepimento di questo progetto i cui scopi sono appunto quelli di rivelare attività troppo a lungo dimenticate. Mi riferisco a persone come Maria Gloria Conti Bicocchi; Paolo Cardazzo e Lola Bonora. Infine sono molto grato per i consigli e il supporto ricevuto dal mio amico, l’artista Luigi Viola, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia." La dottoressa Anna Notaro professore associato di teorie mediali presso la medesima Università e co-responsabile di REWINDItalia, ha aggiunto:

"Da italiana sono particolarmente entusiasta dell’opportunità di stabilire una rete di contatti con artisti e studiosi italiani, così da rivalutare il ruolo fondamentale svolto dai primi centri di videoarte in relazione agli sviluppi contemporanei di questo medium."

Al Gruppo di ricerca si è unita la dottoressa Laura Leuzzi, storica dell’arte contemporanea, che condurrà la ricerca sul campo in Italia in collaborazione con gruppi di ricerca universitari e indipendenti.


Responsabile Principale: Professor Stephen Partridge

Co-responsabile: Professor Sean Cubitt

Assegnista di Ricerca: Dr Laura Leuzzi

Ricercatore Onorario: Deirdre Mackenna

Ricercatore Onorario: Cinzia Cremona

Archivista: Adam Lockhart

INTRODUCTION

Following the successful research and archiving of UK video art through the REWIND research project (2004-2010), a new £209,000 grant from the Arts & Humanities Research Council (AHRC), for REWINDItalia has been awarded. This 28-month project will explore the histories and narratives of video art activity in Italy between 1968 and 1994. RewindItalia differs from the previous project as far as its objectives and methodologies are concerned in that it will not establish an archive of video work. Its main aim is to identify the centres of video art in Italy in the period under examination and to bring their University and the work produced to the attention of international scholars and practitioners for interpretative and historical assessment.


The project team is led by Stephen Partridge, (Professor of Media Art and Dean of Research Art & Design at DJCAD), part of the University of Dundee. The Research Fellow is Dr Laura Leuzzi who undertook her Doctorate at University Sapienza and is based in Roma. Three further colleagues who hold Honourary Positions at University of Dundee are Sean Cubitt (Professor Media and Communications, Goldsmiths, University of London, and Editor-in-Chief, Leonardo Book Series; Deirdre MacKenna (Director of STILLS in Edinburgh); and Cinzia Cremona (Course Leader MA Contemporary Art and Professional Practice Colchester School of Art) . The project Archivist is Adam Lockhart based at the Visual Research Centre, Duncan of Jordanstone College of Art & Design in Dundee.

The project started its main programme in May 2011 with interviews and consultations with artists, writers, academics, gallerists and critics across Italy, and it will continue until the middle of 2014.


FOR UPDATES ON THE PROJECT CLICK ON EVENTI ABOVE


UPDATE DECEMBER 2011

The team was invited to present an overview of the research at the XVII Convegno Internazionale di Studi Cinematografici, Cinema & Diversità Culturale on December, 30th 2011, (organised by Giorgio De Vincenti e Marco Maria Gazzano, Università degli Studi Roma Tre, Dipartimento Comunicazione e Spettacolo).

Following the presentation there was important and helpful feedback and discussions with our Italian colleagues who attended the event. It was agreed that the research would primarily aim at providing an overview of the history of Italian video art activity during the period, based on a number of case studies of individual artists and centres of production and exhibition. An important objective is to enable dissemination of the achievements of Italy, to an English-speaking audience. It was recognised however, that there could be no complete account of the Italian video art scene with such a relatively short research project – but it could contribute to wider understanding, and towards renewed international interest and attention.


Press Release February 2011

Prof Stephen Partridge:

"this outcome would not have been possible without the input of academic colleagues in Italy over the past two years, thanks to them I have realised how the direct involvement of the pioneers of video art in Italy during the period was vitally important, these far-sighted and amazing people were responsible for the early success of video work and have all supported our proposal to re-discover this overlooked activity. I refer to Maria Gloria Conti Bicocchi; Paolo Cardazzo; and Lola Bonora. Last but not least I am grateful for the advice and support of my artist friend Luigi Viola, Professor at the Accademia di Belle Arti di Venezia."

Dr Anna Notaro:

"As a native Italian I am particularly thrilled at the opportunity to establish a network of contacts with Italian leading academics (and practitioners), while assessing the Italian video centres’ influence on the development of video as a medium of choice in the contemporary digital media landscape."

Laura Leuzzi, who holds a Doctorate in the history of contemporary Art, has joined the team in her capacity as Research Fellow. She will conduct the field research in Italy in collaboration with local university scholars and independent researchers.


Principal Investigator: Professor Stephen Partridge

Co-Investigator: Professor Sean Cubitt

Research Assistant: Dr Laura Leuzzi

Hon Research Fellow: Deirdre Mackenna

Hon Research Fellow: Cinzia Cremona

Archivist: Adam Lockhart